Prof. Alessandro Patalini

pataliniLa mia esperienza nell’arte del canto si è formata sommando una intensa attività professionale alla didattica e allo studio degli aspetti musicali, storici e fisiologici della voce cantata.

Dopo la vittoria al Concorso Internazionale Toti dal Monte nel 1992 ho svolto una intensa carriera artistica in molti dei maggiori teatri italiani come, fra gli altri, il Comunale di Bologna, il Massimo di Palermo, il Comunale di Firenze, il Regio di Parma, Il Carlo Felice di Genova, il G. Verdi di Trieste, l'Opera di Roma, il Lirico di Cagliari, e in festival come il Cantiere Internazionale d'Arte di Montepulciano, il Rossini Opera Festival, il Festival Mascagni di Livorno.

Ho portato in scena numerosi ruoli primari di un vasto repertorio, che dal Settecento (Il filosofo di campagna e L'inimico delle donne di B. Galuppi, La Dirindina di D. Scarlatti, la Kaffee Kantate di J. S. Bach) passa per Rossini (Il turco in Italia e L'italiana in Algeri), il Novecento (Il campiello di E. Wolf-Ferrari, L'aviatore Dro di F. Balilla Pratella -prima esecuzione in tempi moderni- , La favola di Orfeo di A. Casella, La sposa venuta da Plutone di G. C. Menotti -prima esecuzione in Italia-, Ascesa e caduta della città di Mahagonny di K. Weill) e il repertorio contemporaneo (La brocca rotta di F. Testi - in prima esecuzione assoluta-), includendo l’opera francese (Werther di J. Massenet, Carmen di G. Bizet) e l'operetta (La vedova allegra di F. Léhar, Orfeo all'inferno di J. Offenbach, Sì di P. Mascagni). Ho cantato sotto la guida di autorevoli direttori come G. Gavazzeni, B. Bartoletti, P. Maag, A. Curtis, P. Carignani, C. Rovaris, M. De Bernart. Ho inoltre affrontato vari ruoli secondari in produzioni di particolare rilevanza artistica come inaugurazioni di stagione e incisioni discografiche.

Mi sono laureato con Lode in Storia del Melodramma presso l’Università degli Studi di Torino, sotto la guida di uno dei maggiori studiosi dell’opera italiana, il Prof. P. Gallarati.

Ho approfondito lo studio della fisiologia della voce con il Corso di Alta Formazione in Vocologia Artistica dell’Università di Bologna diretto dal Prof. F. Fussi, a conclusione del quale ho ricevuto il I° Premio Vocologia Artistica 2007 – area didattica per uno studio sul rapporto fra la fisiologia e la didattica del canto lirico. Grazie alla sinergia fra esperienza professionale e didattica, studio della storia della vocalità e della fisiologia ho sviluppato un approccio multidisciplinare con cui applicare con semplicità, chiarezza ed efficacia, i princìpi della scuola del Belcanto italiano, come esposti nei metodi di P. F. Tosi, G. B. Mancini, B. Mengozzi (Metodo del Conservatorio di Parigi e Milano), L. Lablache, M. Garcìa, E. Delle Sedie.

“La Scuola dei Garcìa, la didattica vocale fra Belcanto e Romanticismo” è appunto stato il titolo della tesi presentata per il mio Diploma Accademico di II° livello in canto presso il Conservatorio di Perugia, in occasione del quale ho eseguito varie composizioni di Manuel García sr, alcune delle quali inedite.

Fra varie mie pubblicazioni dedicate alla vocalità, che includono articoli su riviste scientifiche, programmi di sala, atti di convegni, spicca “La scuola del respiro – Antologia commentata delle testimonianze sulla respirazione nel Belcanto”. Questa pubblicazione ha suscitato in Italia e all'estero grande interesse, come dimostrano le mie interviste per RAI “Radio3 Suite” e per “Ridotto dell'opera” della Radio Svizzera Italiana; oltre alle lusinghiere recensioni apparse su varie testate italiane e straniere. È da segnalare che “La scuola del respiro” è stato candidato all’assegnazione del premio Buch des Jahres 2015 (Libro dell’anno 2015) bandito dalla prestigiosa rivista tedesca Opernwelt.

Ho presentato i miei studi in numerosi convegni, fra cui il V°, VI°, VII° e X° Convegno Internazionale “La Voce Artistica”, il I° Congresso Internazionale dell’Associazione Insegnanti di Canto Italiana “Insegnare canto nel terzo millennio” e il Performing Arts Medicine Congress.

Docente di Canto presso il Conservatorio L. Perosi di Campobasso, precedentemente lo sono stato presso il Conservatorio G. Verdi di Milano e T. Schipa di Lecce. Negli anni ho collaborato con varie prestigiose istituzioni come la Scuola dell’Opera Italiana di Bologna, l’Opera Studio dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, l’Accademia del Belcanto “R. Celletti” di Martina Franca la Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi e l’Arts and Media Campus della Tong Ji University di Shanghai (Cina).

 

Condividi questo articolo:

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn